Post aggiornato in data 26 Ott 2018

Samsung di sicuro è un marchio che non ha bisogno di presentazioni. In ambito tecnologico è il diretto concorrente di molti brand.

Lo troviamo stampato su smartphone, tablet, televisori e componenti interni, è riconoscibile da chiunque e il suo logo è ormai entrato nell’olimpo di quelli più famosi al mondo.

[amazon_link asins=’B06XWN7VCQ,B06XWB84Q7,B01JE0697O,B01FM22YL8,B00XA8S1E6,B00P73B1E4,B01AAKZRU2,B00FZU9JYI’ template=’ProductGrid’ store=’gerarpando-21′ marketplace=’IT’ link_id=’d35cbfd0-5ce0-11e7-b6f8-f7312659ebae’]

Ma come nasce il nome dell’azienda che oggi tutti conoscono? Vista la natura asiatica del brand, il termine Samsung ha in realtà un significato ben preciso che va a pescare dalla cultura del paese.

Samsung nasce a Seul, in Corea del Sud, dove è considerata una delle aziende più importanti del paese, se non quella in grado di guidare da sola gran parte dell’economia dell’intera nazione. Il suo nome è in realtà composto da due parole: “Sam” e “Sung”, ognuna con un suo significato ben preciso. Sam significa “Tre”, mentre Sung significa “Stelle”. Il risultato è un “Hanja” (i caratteri utilizzati nella lingua cinese e coreana) il cui significato è “Tre stelle”. Questo simbolo indica che Samsung è qualcosa di “grande, numeroso e potente” in riferimento al “Sam” ed “eterno” per quanto riguarda il carattere “Sung”.

Le tre stelle indicate dal nome erano in realtà inserite anche nel logo originale dell’azienda, che negli anni ’30 rappresentava proprio questa piccola costellazione. Al tempo il business dell’azienda stava nascendo per mano di poche famiglie facoltose, mentre oggi Samsung dà lavoro ad oltre 236.000 persone in più di 80 paesi e rappresenta uno dei 10 brand più ricchi al mondo. Fino al 1992 il logo dell’azienda ha mostrato tre stelle stilizzate, mentre dal 1993 è passata a quello che oggi tutti conosciamo. Dagli anni ’60 l’azienda utilizza il colore blu per sottolineare la stabilità, affidabilità e responsabilità sociale dell’azienda. Il nuovo logo caratterizzato da una forma ellittica allungata, invece, vuole enfatizzare flessibilità e semplicità, ma anche dinamismo, innovazione e apertura mentale, simbolizzata dalle aperture nell’ellisse create dalle lettere “S” e “G” .