Creare un Logo con un nome lungo

Quando si parla della grafica del proprio sito si pensa anche a come poter creare un logo bello, piacevole e particolare, così che rimanga in mente senza troppo problemi. Nel complesso creare un brand o logo, non è mai veloce e semplice, e diventa ancora più complicato per chi, come me per esempio, ha un nome e/o dominio molto lungo. Quindi, cosa bisogna fare per Creare un Logo con un nome lungo?

Vediamo come impostare il tutto al fine di riuscire ad avere una base di partenza per arrivare al logo finale.

Come iniziare

Se siete alla prime armi, sappiate che il miglior modo per iniziare è quello di lavorare su immagini vettoriali, sfruttando programmi come Adobe Illustrator. Questo perchè vi permetterà di poter creare una immagine che se ingrandita anche di 1000 volte non perderà di qualità.

Un altro fattore molto importante da prendere in considerazione è l’uso dei colori, che in fase di progettazione devono essere nel tipico bianco e nero, così da poter poi verificare che il risultato finale sia visibile in tutte le situazioni.

Abbreviazioni

L’abbreviazione potrebbe sembrare una delle migliori soluzione, ma dovete considerare che abbreviare il nome equivale quasi ad avere un secondo logo, in quanto scrivere GP non è come scrivere GerardoPandolfi, quindi bisogna investire in termini di tempo e sopratutto di “pubblicità” (permettetemi il termine) per far si che le persone vengano a conoscenza anche della rispettiva abbreviativo. Un esempio è Emporio Armani che diventa anche EA.

Usare un font “condensed”

Idealmente, sarebbe corretto usare un font condensed, cioè schiacciato/stretto/condensato, così da ridurre lo spazio occupato e compattare il nome.

Organizzare il testo

Bisogna essere creativi, forse più di chi usa un nome breve. Si può pensare di disporre il testo su più livelli e altezze diverse per poi giocare con i colori.

Creare due versioni

L’ideale sarebbe creare due versioni, in orizzontale e in verticale, così da poterlo usare in ambiti diversi e facilmente riadattabile. Molti non amano l’idea di crearne due in quanto potrebbe risultare incoerente, ma nulla vi vieta di provarci.

Conclusioni

Creare un logo avendo molte lettere a disposizione non è cosa semplice. Quello che conta a mio avviso è la creatività. Riuscire a dare un tocco unico che lo renda riconoscibile o che comunque resti in mente, per farvi un esempio, il logo di GoDaddy, che nella sua semplicità è unico.