Post aggiornato in data 25 Agosto 2018

Vi siete mai chiesti quali sistemi operativi usano gli hacker per svolgere la loro attività? Io si e ho stilato una lista degli OS più usati.

La premessa da fare è che ogni sistema operativo a suo modo permette di svolgere molte funzioni più o meno lecite, e non per questo, chi ha un normalissimo pc Windows o Mac non è in grado di compiere determinate operazioni.

E’ giusto sottolineare invece che, un hacker è anche un programmatore e nella maggioranza dei casi utilizzano sistemi basati su Linux in quanto permettono una personalizzazione al 100%. Inoltre, col termine hacker si fa sempre riferimento ha persone che sfruttano le proprie doti per atti “illeciti”, ma in realtà come per ogni attività è l’uso finale a determinare il tutto.

Qui di seguito troverete quelli che sono i sistemi più diffusi e utilizzati ma che allo stesso tempo richiedono una buona conoscenza dei linguaggi di programmazione.

Kali Linux

Un ottimo sistema che basa la sua forza sulla sicurezza, in quando permette di avere una personalizzazione completa delle ISO, un eccellente esempio della flessibilità di live-build e dei tipi e complessità delle personalizzazioni possibili. E’ possibile avviare il sistema tramite USB e permette il criptaggio completo dell’HDD.

Pentoo

La principale caratteristica di questo sistema è che funziona solo su CD o su chiavetta USB, quindi comodo e funzionale e facile da eliminare in caso di problemi.

NodeZero

Un sistema molto buono ma che per poterlo utilizzare necessità di conoscenza di programmazione, in quanto alcune funzioni non sono accessibili senza delle basi solide.

Network Security Toolkit (NST)

Come dice il nome stesso, questo sistema è stato studiato per offrire molti tools per la sicurezza della rete, quindi avremo funzioni che permettono di tracciare i flussi, indirizzi ip e molto altro.

Arch Linux

Questa distribuzione ha molti programmi pre installati ed è studiato per essere più friendly per chi è meno esperto del settore, oppure per chi vuole avere già qualcosa presente all’interno del OS.

GnackTrack

Altro sistema nato con lo scopo di fornire soluzioni e tools per monitorare la rete e utilizzato per testare anche possibili bug di sistemi.

Bugtraq

Sistema nato per offrire una serie di funzioni e tools per penetrare nei pc e produrre e diffondere malware, quindi per un tipo di hacker malevolo.

Cyborg Hawk

OS nato per fornire tools per la sicurezza e anche per poter facilitare l’hacking grazie ad alcuni tools già pre-installati al suo interno.

Ubuntu

Tra quelli proposti questo OS è il più commerciale e indicato per tutti coloro che sono alle prime armi e che vogliono affacciarsi al mondo di Linux, ma non per questo non è meno adatto e meno utilizzato dagli hacker, anzi, essendo molto completo e ben sviluppato ha sicuramente una marcia in più.