Post aggiornato in data 25 Ottobre 2018

Notizia fresca che il celebre Vine, social network acquistato da Twitter, il cui obbiettivo era la condivisione dei video è il procinto di chiudere, ma quali sono le alternative?

Riuscire a restare sempre sull’onda non è semplice, specialmente quando colossi come Facebook, Snapchat e Instagram iniziano ad avere più seguito. Proprio per questo la società acquistata da Twitter nel 2012 non è riuscita a piazzarsi come leader, quindi hanno deciso di chiudere definitivamente Vine. Ma i fedelissimi potranno sicuramente trovare delle valide alternative con cui poter condividere i proprio video, quindi non ci resta che vederle insieme.

Twitter

Primo tra tutti non può essere che Twitter, che a quanto pare integrerà il servizio direttamente al sui interno, così da ottimizzare e poter unificare il tutto.

Instagram

Per chi non lo sapesse, questa applicazione fu acquistata da Facebook proprio per colmare le sue lacune, ma il nostro caro Mark è riuscito a svolgere un esimio lavoro e a renderla una delle più scaricate e redditizie al mondo.

Coub

Poco conosciuto dalle nostre parti, ma è un servizio che ci permette di creare video o recuperarli dalla rete e di condividerli per un massimo di 10 secondi e ad una risoluzione in HD.

Tout

Grazie a questo, i video possono essere inviati ai siti web e vari social media e attraverso i video che sono condivisi da Tout, gli utenti possono anche guadagnare soldi in quanto è possibile agli utenti di monetizzare.

Snapchat

L’ultima ma non per importanza è Snapchat che in breve si è affermata come una delle più usate applicazioni con milioni di iscritti. Un piccolo aneddoto riguarda l’offerta che era stata fatta sempre da Facebook per acquisire snapchat e che prontamente venne rifiutata. Che dire… hanno fatto bene!