Post aggiornato in data 26 Ottobre 2018

Oggi vi parlerò di come usare google per migliorare la SEO in modo gratuito grazie al servizio Google Search Console.

Il servizio Google Search Console (ex Webmaster Tools) è molto completo e ci permette di avere sempre sotto controllo quello che succede al nostro sito. Spulciando tra le varie voce saremo in grado di capire cosa funziona e cosa no. Così facendo, potremo andare a correggere laddove serve e di conseguenza migliorare il posizionamento del nostro sito su google.

Impostare il dominio preferito

Se specifichi il tuo dominio preferito come http://www.example.com e google trova un link che rimanda a http://example.com, verrà considerato come se fossero lo stesso link. Caso contrario, anche se con lo stesso nome, verranno considerati due siti diversi e anche le visualizzazioni e click verranno suddivisi.

Per impostare la preferenza: clicchiamo sulla rotella in alto a destra e selezioniamo Impostazioni sito e nello spazio Dominio preferito applichiamo la nostra scelta.

Titoli duplicati

Grazie alla voce apposita è possibile verificare non solo quali titoli hanno una duplicazione, ma dove questa si verifica. Avere due titoli uguali può portare a far comparire nei risultati di ricerca solo una delle pagine, differenziandoli potremmo posizionare più pagine per più parole chiave.

Per verificare andiamo in: Aspetto nella ricerca, Miglioramenti HTML.

Meta descrizioni duplicate

Ottimizzare questi aspetti è molto importante e gli strumenti di Google ci danno la possibilità di verificare anche altre anomalie su title e description: come gli articoli dove non abbiamo compilato questi campi o dove sono brevi.

Per verificare andiamo in: Aspetto nella ricerca, Miglioramenti HTML.

Errore 404

Per ogni pagina non trovata possiamo vedere da dove parte il link, in modo da risolvere subito il problema modificandolo e inserendolo nella pagina corretta.

Per verificare andiamo in: Scansione, Errori di scansione

Problemi di scansione

Sapere quante pagine Google prende ogni giorno o se il tempo di risposta si alza improvvisamente è un dato da monitorare spesso. Pensa che un alto tempo di risposta potrebbe portare ad una diminuzione delle pagine scansionate.

Per verificare andiamo in: Scansione, Statistiche di scansione

Verifica del Robots.txt

Il robots.txt è uno dei primi file che Google legge nel nostro sito. Grazie al tool possiamo controllare eventuali avvisi o errori e inserendo un URL specifico potremo verificare l’accesso per ogni singolo spider di Google.

Per verificare andiamo in: Scansione, Test dei file Rebots.txt

Check del Sitemap

La sitemap è molto utile, comunica velocemente tutte le pagine e i contenuti del nostro sito a Google. È importante strutturarla bene.

Per verificare andiamo in: Scansione, Sitemap

Stato dell’indicizzazione

Potremo vedere le pagine bloccate dai robot e quelle rimosse il tutto mostrato in un semplice grafico oppure in una visualizzazione avanzata.

Per verificare andiamo in: Indice Google, Stato dell’indicizzazione

Risorse bloccate

La visualizzazione senza determinate risorse come immagini, JavaScript e CSS, potrebbe compromettere l’indicizzazione delle tue pagine web.

Per verificare andiamo in: Indice Google, Risorse bloccate

Richieste di rimozione di nostre pagine

Se una pagina del nostro sito contiene informazioni scomode e una persona richiede a Google di rimuovere quella pagina dai risultati, google ci invierà un messaggio dove ci inviterà a procedere nella rimozione, modifica oppure a provare che quanto chiesto è illegittimo.

Problemi di sicurezza

Google ci viene incontro segnalandoci problemi ed eventuali presenze di malware.

Per verificare andiamo in: Problemi di sicurezza

Usabilità sui dispositivi mobili

Ti vengono mostrati possibili problemi per quanto riguarda la usabilità sui dispositivi come smartphone, tablet, ecc.

Per verificare  andiamo in: Traffico di ricerca, Usabilità sui dispositivi mobili

Link che rimandano al tuo sito

Per conoscere chi usa maggiormente i nostri link. Utile per scoprire quale concorrente frutta maggiormente il nostro materiale.

Per verificare andiamo in: Traffico di ricerca, Link che rimandano al tuo sito

Query di ricerca

Ogni voce o “query” è cliccabile e possiamo vedere le variazioni più importanti. Per fare un esempio: ordinando la variazione in modo positivo per la Posizione Media vedremo tutte le ricerche per le quali siamo saliti. È facile quindi immaginare che grazie a questo ordinamento potremmo vedere anche tutte quelle ricerche per le quali siamo scesi.

Per verificare andiamo in: Traffico di ricerca, Query di ricerca

Attivare le notifiche

È importante ricordarsi di impostare le notifiche via email di tutti gli eventuali problemi. Può capitare di non collegarsi agli strumenti per webmaster o di avere troppi siti da controllare e le notifiche in tal senso ci vengono in soccorso.