WordPress è il migliore CMS per creare siti web, capace di offrire molte funzioni e risorse il tutto con una semplicità unica.

Per quanto wordpress sia la piattaforma su cui creare il proprio sito o blog più diffisa del mondo, ha un problema legato all’ottimizzazione. Infatti per quanto gli sviluppatori continuino a lavorare per offrire un sistema sempre migliore, nel momento in cui si inizia ad utilizzarlo, installando temi, configurazioni, plugin e molto altro, si iniziano a riscontrare alcuni problemi.

La colpa non è direttamente di WordPress, ma sono un mix di cose. Il CMS (content management system) supporta tantissime soluzioni e come tale è pressochè impossibile riuscire a fornire un prodotto che sia funzionante al massimo delle prestazioni con tutto. Inoltre, se consideriamo che un sito per poter essere valido deve avere dei requisiti di velocità, affidabilità e qualità, diventa sempre più ostico mantenere la piattaforma wordpress snella e performante.

Prima di procedere con la spiegazione, è importante sapere che il mio hosting di riferimento dov’è installato il mio blog è Siteground, il quale ad oggi è il migliore servizio hosting per qualità, presso ed efficienza.

Web Hosting

In questo articolo vi spiego come ottimizzare il vostro sito wordpress bansandomi sulla mia esperienza e su quelli che possono essere i problemi generali in cui è facile inciampare.

Verificare le performance del nostro sito

Prima di inziare con le modifiche è giusto verificare in che condizioni è in nostro sito web. Per far questo ci vengono in soccorso Pingdom TesteGTMetrix che sono anche dei punti di riferimento per chiunque voglia ottimizzare il proprio sito.

Se il punteggio ottenuto è alto e il colore che vi viene attribuito è verde allora non dovrete far nulla, avete già un buon sito, caso contrario dovrete darvi da fare.

Tra i due portali normalmente uso come riferimento GTMetrix in quanto fornisce più informazioni e dati. Nel mio caso specifico, come potete vedere dall’immagine, ho una velocità buona, ma un punteggio basso nello YSlow (servizio offerto da yahoo) che analizza altri fattori che caretterizzano la velocità di un sito.

Abilitare la Dynamic Caching

La cache dinamica memorizza intere pagine del tuo sito web nella RAM del server. Ciò significa che solo il primo visitatore caricherà l’intero contenuto dal database e tutto il resto otterrà l’output della pagina direttamente dalla memoria del server che è molto più veloce.

Se avete anche voi il vostro sito installato su SiteGround, allora il tutto risulterà facile sia nell’attivazione che nella configurazione. SiteGround ha creato uno strumento chiamato SuperCacher. Con esso, tutto ciò che devi fare è installare un piccolo plug-in e abilitare il caching dinamico con un solo clic. Per ulteriori informazioni su come utilizzarlo, vi rimando alla guida ufficiale sul SuperCacher.

Per chi utilizza un hosting diverso, ci sono dei plugin che permettono di avere una situazione simile, e di ottimizzare al massimo l’utilizzo della cache dinamica.

W3 Total Cache
W3 Total Cache
Developer: Frederick Townes
Price: Free
WP Super Cache
WP Super Cache
Developer: Automattic
Price: Free
WP Fastest Cache
WP Fastest Cache
Developer: Emre Vona
Price: Free

Abilitare la Compressione gZIP

Per ridurre la dimensione dei dati che vengono trasferiti tra il tuo server e i tuoi visitatori, puoi abilitare la compressione gZIP per le tue immagini, i file CSS e JavaScript. In questo modo, il server web comprimerà (come la creazione di un file ZIP, ad esempio) questo contenuto prima che venga trasferito. Dall’altro lato, il browser decomprime il contenuto prima di renderlo utilizzabile. Questo riduce significativamente la dimensione delle informazioni che vengono trasferite riducendo i tempi di caricamento delle pagine del sito web.

Il modo più semplice per abilitare la compressione gZIP per le tue immagini, i file CSS e JS è quello di aggiungere queste righe al tuo file .htaccess nella cartella principale di WordPress:

## ENABLE GZIP COMPRESSION ##
<IfModule mod_deflate.c>
AddOutputFilterByType DEFLATE text/plain
AddOutputFilterByType DEFLATE text/html
AddOutputFilterByType DEFLATE text/xml
AddOutputFilterByType DEFLATE text/css
AddOutputFilterByType DEFLATE application/xml
AddOutputFilterByType DEFLATE application/xhtml+xml
AddOutputFilterByType DEFLATE application/rss+xml
AddOutputFilterByType DEFLATE application/javascript
AddOutputFilterByType DEFLATE application/x-javascript
</IfModule>
## ENABLE GZIP COMPRESSION ##

Modificare il file .htaccess è molto semplice, vi basterà andare nella cartella principale del vostro sito web tramite FTP o File Manager. Qualsiasi metodo usiate, prima di applicare qualsiasi modifica, salvatevi una copia di quel file, in quanto è molto importante e potrebbe precludere il funzionamento del sito.

Utilizzate un CDN

I Content Delivery Network (CDN) sono reti di server che clonano copie cache del tuo sito su tutti i loro nodi di posizione e/o server. Ciò significa che quando i visitatori “chiedono” al server di visitare il tuo sito, la cache verrà servita dalla posizione del server più vicina, anziché dal datacenter principale del tuo provider di hosting.

Attivare ed utilizzare un CDN non è obbligatorio, ma se il vostro sito inizia ad avere un certo traffico allora dovrete necessariamente farci un pensierino. I CDN più popolari e diffusi che sono in grado di garantire alti starndard di efficienza sono:

MaxCDN attualmente acquisita dalla Stackpath.

CloudFlare che attulmente è la soluzione più indicata per chi vuole un ottimo prodotto a costo zero. Il piano base è gratuito.

CacheFly più che eccellente sistema CDN utilizzato dal aziende importanti come Microsoft, LG, Twit, Toyota, LG ed Adobe.

Ogni CDN è di norma abbianto ad un plugin che permette di avere la massima integrazione con wordpress e permettendo di poter impostare e confirare il funzionamento in modo molto semplice.

W3 Total Cache
W3 Total Cache
Developer: Frederick Townes
Price: Free
Cloudflare
Cloudflare
Developer:
Price: Free

Ottimizzare le Immagini

Le immagini sono parte essenziale di ogni sito web e per questo è importante averle ottimizzate. Ci sono alcune cose riguardanti le tue immagini che dovresti avere in mente quando sviluppi il tuo sito WordPress:

  • Usa le immagini con dimensioni appropriate. Non caricare grandi immagini per poi ridimensionarle con HTML. Assicurati che le tue foto e altre immagini non siano più grandi delle dimensioni in cui le stai effettivamente visualizzando.
  • Se possibile, usa temi che integrino la funzione Sprites. Usare gli sprite è una tecnica CSS che usa una singola immagine per mostrare più elementi di design sulle tue pagine. In questo modo invece di caricare decine di piccole immagini (effettuando richieste http ogni volta), il tuo sito ne aprirà uno solo.
  • Alleggerisci le immagini per rimuovere tutti i dati aggiuntivi dalle tue foto come: data di creazione, fotocamera utilizzata per la foto, coordinate GPS, ecc. Per far questo si usa un plugin molto efficace che si chiama WP Smushit il quale fa il lavoro per noi e si occuperà anche di ridurre la spazio occupato da queste.

Minimizzare i file CSS e JavaScript

Minimizzare i file CSS e JavaScript significa che tutti i dati generati dai codici CSS e JS non necessari creano doppi spazi, nuove righe vuote, commenti, ecc.

Esistono molti strumenti online che è possibile utilizzare gratuitamente per ridurre e ottimizzare i file come CSS Minifier, la cui funzione è esplicativa dall’immagine sottostante:

Prima e Dopo

Inoltre, se si utilizza alcuni plugin è possibile ridimensionare automaticamente i file CSS e JS del tema senza un intervento diretto da parte nostra.

W3 Total Cache
W3 Total Cache
Developer: Frederick Townes
Price: Free
Autoptimize
Autoptimize

Sfrutta la cache del browser

Sfruttare la cache del browser significa che è possibile specificare per quanto tempo i browser dei visitatori devono memorizzare nella cache le immagini, i file CSS, JS e flash. Tuttavia, se una di queste risorse memorizzata nella cache viene modificata, il server invierà una notifica al browser del visitatore e il contenuto memorizzato nella cache verrà sostituito con quello nuovo.

Puoi aggiungere le seguenti linee al file .htaccess del tuo WordPress per abilitare questa tecnica e sfruttare al massimo i file salvati nella cache del browser così da evitare che vengano richiesti continuamente:

## LEVERAGE BROWSER CACHING ##
<IfModule mod_expires.c>
ExpiresActive On
ExpiresByType image/jpg "access 1 year"
ExpiresByType image/jpeg "access 1 year"
ExpiresByType image/gif "access 1 year"
ExpiresByType image/png "access 1 year"
ExpiresByType text/css "access 1 month"
ExpiresByType application/pdf "access 1 month"
ExpiresByType application/x-javascript "access 1 month"
ExpiresByType application/javascript "access 1 month"
ExpiresByType application/x-shockwave-flash "access 1 month"
ExpiresByType image/x-icon "access 1 year"
ExpiresDefault "access 2 days"
</IfModule>
## LEVERAGE BROWSER CACHING ##

Ottimizzare database WordPress

Ogni volta che eseguiamo una qualche operazione tramite wordpress, come per esempio la modifica di un post, il database viene modificato, vengono aggiunti file e molto altro. Un buon modo per evitare di appesantire il database di materiale inutile è quello di mantenerlo pulito e ottimizzato.

Advanced Database Cleaner
Advanced Database Cleaner

 

Potrebbe esserti utile anche:
LE DIFFERENZE TRA WORDPRESS.COM E WORDPRESS.ORG
I MIGLIORI SERVIZI PER VERIFICARE LA SICUREZZA DEL VOSTRO SITO WORDPRESS