Post aggiornato in data 12 Lug 2018

 

Un viaggio dall’altra parte del mondo per provare un clima e delle spiagge completamente diverse dalle nostre.

Nel 2015 abbiamo deciso di fare un viaggetto dall’altra parte del mondo per visitare un paese che è molto di diverso dalle nostre abitudini e dal nostro clima. La nostra meta era Koh Samui, una piccola isola situata nella Thailandia del sud.

Visitare un luogo così diverso specialmente dal punto di vista culturale e di clima ci affascinava molto, così abbiamo deciso di organizzare il tutto e siamo partiti.

Volo

Generalmente una volta deciso il periodo, per prima cosa prenotiamo e blocchiamo il volo, in quanto è quello che subisce le maggiori oscillazioni di prezzo. Anche se un po’ in ritardo rispetto al solito, abbiamo trovato un volo diretto per Bangkok tramite la compagnia di bandiera Thai Airways. Il volo prevedeva 13h ininterrotte di volo diretto fino alla capitale e poi un volo interno per arrivare alla nostra meta finale.

E’ stato molto confortevole nei limiti della classe economica e del tempo di 13h nel quale lo staff cercava sempre di essere presente.

Una volta arrivati a Koh Samui, abbiamo preso un taxi per poter arrivare nella località di Chaweng.

Tempo: Milano > Bangkok circa 13h | Bangkok > Koh Samui circa 30 min

Soggiorno

Soggiornare in Thailandia, in un posto che sia buono non è semplice, in quanto il rapporto delle stelle degli hotel italiani è diverso rispetto al resto del mondo. Infatti, noi siamo più esigenti e un 4 stelle nostrano può corrispondere benissimo ad un 5 stelle a Koh Samui, quindi non fatevi problemi ad osare.

Cercando una soluzione che potesse essere buona, quindi senza eccedere nel lusso ma che avesse il giusto rapporto qualità prezzo e cosa fondamentale, una  posizione favorevole, ci siamo affidati alla catena di hotel Mercure per la località Chaweng. 

La località scelta da noi è stata Chaweng, che tra le varie presenti in tutta l’isola è quella che garantiva il giusto equilibrio tra vita mondana e relax. Inoltre, nella nostra ricerca è risultata quella che permetteva di usufruire delle maree più altre, questo vuol dire che la fase di “secca” era verso la sera, evitandoci di dover percorrere chilometri prima di poter avere l’acqua alla giusta altezza durante la giornata.

Chaweng

Questa piccola località situata a circa 10 min dall’aeroporto è la metà migliore per coppie e famiglie che cercano sia un po’ di movida ma anche un po’ di tranquillità. Le spiagge sono molto belle e il clima è tropicale, quindi anche per i più forti e ostinati della tintarella, potrebbe risultare pesante restare sotto il sole in quanto essendo all’altezza dell’equatore, picchia veramente tanto e l’umidità è altissima, quindi si ha una percezione ben più elevata.

Spiagge

Voglio fare una precisazione sulle spiagge, perchè non sempre viene detto, ma quando cercate un hotel dove soggiornare, avete due possibilità: uno direttamente sulla spiaggia con lettino in dotazione, oppure uno più interno (in genere meno costoso) che vi costringerà a girare e affidarvi a qualche “bagno” per avere un ombrellone.

Non fermatevi ai primi lettini che troverete. Noi all’inizio un po’ per pigrizia, ci eravamo fermati a quelli più vicini all’hotel che non erano eccezionali, ma col passare dei giorni ci siamo avventurati e abbiamo trovato soluzioni molto più confortevoli con servizio all’ombrellone ad un costo di circa 5 euro al giorno.

Mare

Siamo nell’oceano indiano quindi l’acqua è estremamente calda, e spesso è capitato di cercare refrigerio in acqua senza aver molto successo. Ma temperatura a parte, il mare è limpido, cristallino e pulito come anche tutte le spiagge.

Cibo

Io sono la tipica persona che quando è in un posto nuovo deve mangiare solo cibo autoctono per provare e sperimentare cose nuove. Ci sono molti ristoranti in tutta chaweng, dai più caratteristici a quelli più rinomati.

Provando quelli più tipici, come i baracchini in strada fino a quelli più belli, vi assicuro che non sono stato mai male. Per lo street food, ovviamente mi sono affidato un po’ al buon senso, cercando di capire se il baracchino avesse un minimo di riguardo sul cibo (solo cotto) e il linea generale rimasto molto soddisfatto. Sapori forti e unici arricchiti dalla freschezza del prodotto che in nel mio caso aveva una prevalenza nel pesce fresco. Mediamente si spende poco.

Cosa vedere

Koh Samui è una piccola isola che regala parecchie attrazioni che si integrano perfettamente nell’ambiante circostante. Essendo una isoletta è possibile girarla tutta in motorino senza nessun tipo di difficoltà, ricordatevi solo che la guida è a sinistra, quindi per noi potrebbe risultare un po’ difficile, ma personalmente non ho avuto grossi problemi.

Visitare l’isola è veramente semplice, infatti vi basterà entrare in un qualsiasi dei tanti tour operator presenti e chiedere informazioni. Vi verranno date cartine, indicazioni e inoltre potrete prenotare anche visite guidate.

Noi abbiamo visto alcuni templi il cui ingresso è gratuito e poi tramite gita organizzata, in quanto bisogna entrare nell’entroterra dell’isola, abbiamo fatto un giro nella giungla.

Giungla

Forse è stata l’esperienza migliore, in quanto il viaggio organizzato prevedeva una jeep che passava a prendere tutti i partecipanti e poi venivamo portati al punto di partenza. Divisi in sotto gruppi più piccoli, siamo saliti su un altro mezzo che permetteva di salire anche sul tettuccio, così facendo abbiamo fatto un viaggio all’interno dalla giungla, passando in uno scenario molto suggestivo, dove si potevano vedere piante tropicali, persone al lavoro che raccoglievano manualmente i frutti sugli alberi e molto altro.

Se vi piace lo stile “adventure” allora questa esperienza è consigliata e vi divertirete sicuramente.

Conclusioni

Non è semplice consigliare in determinati posti come Koh Samui, infatti non ho specificato alcune cose, il perchè è semplice, essendo una piccola isoletta, tutto cambia velocemente e la struttura un po’ precaria, in quanto comunque parliamo di un paese povero, non permette di avere siti di riferimento per ristoranti, tour operator locali. Infatti tutto si trova nella strada principale, quindi il consiglio che posso dare è quello di farvi un giro e provare.